Spumanti Serre

Via Casale Vacca, 8 - 31050 Combai - Miane (TV)
Tel.: 0438 893502 Fax: 0438 899649
w: www.proseccoserre.com
e: info@proseccoserre.com

Appuntamenti di Spumanti Serre

vedi l'articolo in dettaglio
Spumanti Serre

Descrizione

La viticoltura nella zona di produzione del Prosecco è antica come l’uomo, la storia di Serre invece è una delle tante belle avventure nate durante la ricostruzione dell’Italia nel primo dopoguerra. Una storia di emigranti, costretti a lasciare a malincuore i luoghi natii, che appena raccolte le risorse necessarie, tornano al paese natale e acquistano la “terra”.

E così fecero le famiglie di Camillo Pederiva e Rosa Mattiola, titolari oggi di Serre che nel 1956 acquistarono ciascuna diversi appezzamenti dai conti Brandolini d’Adda, allora proprietari del territorio intorno a Combai. La realtà agronomica dei terreni era stata fortemente penalizzata dalla gestione della mezzadria, perciò la maggior parte di questi erano in situazioni di degrado o abbandono. Fu necessario un intenso lavoro di reimpianto e di accorpamento dei vigneti, possibile da quando le due famiglie si unirono con il matrimonio di Camillo e Rosa.

Un’azienda familiare, alla cui evoluzione e miglioramento ha giovato l’entrata in azienda dei figli Luca e Marco; un felice cambio generazionale, che permette il mantenimento della viticoltura in terreni con condizioni di coltivazione simili a quelli di montagna. Dove il bosco lascia spazio alla vite, in un territorio ancora incontaminato, si arrampicano sulle ripide colline i vigneti di Serre, che godono di una zona climatica favorevole alla viticoltura, ad un’altitudine media tra i 300 e i 500 s.l.m. La tradizione contadina ha sempre previsto la coltura della vite, alternata a quella delle castagne, quì denominate “marroni” e all’allevamento del bestiame.

Lo testimoniano le centinaia di casette sparse tra i vigneti, denominate “Staul” (stalle), dove le bestie si riposavano dal pascolo diurno. Era un ciclo di produzione completo: le bestie venivano alimentate con il fieno, ma anche con ciò che rimaneva dalla raccolta dei “marroni”; con il letame dei bovini si arricchivano i terreni dei vigneti; mentre con i sassi che venivano tolti dal vigneto si costruivano le casupole (staul) per riparare le bestie e riporre gli arnesi.

L’ambiente è rimasto quello di un tempo, per via della ripidezza dei terreni e l’alternarsi dei boschi. Il viticoltore convive nei propri vigneti incontaminati con animali di tutti i generi: tassi che scavano la terra alla ricerca di insetti o vecchie castagne, cervi e caprioli che alcune volte intralciano le attività, così come gli uccelli che beccano le uve. Non è raro incontrare perciò degli improvvisati spaventapasseri!

Caratteristiche

  1. Accoglienza Linguistica

    • Inglese
  2. Servizi

    • Degustazione vini
    • Vendita vini al dettaglio
  3. Produttore di

    • Prosecco Superiore Docg
    • Superiore di Cartizze Docg
    • Colli di Conegliano Rosso Docg
    • Verdiso Igt

Orari apertura al pubblico

Lun-ven: 9.00-12.00 14.00-19.00 sab e dom: sempre aperto

Dove ci troviamo


Ricerca

Cantine, ristoranti, strutture ricettive, prodotti tipici, attivitą commerciali...

Strada del Prosecco e Vini dei Colli Conegliano Valdobbiadene - P.I. 03780230268 | newsletter | privacy | © 2003 - 2017 StranoWeb.com™

Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR)